Cercando le nostre radici

Oggi che le voci dei nostri vecchi sono sempre più flebili, abbiamo il dovere di non dimenticare il ruolo della cultura popolare; dobbiamo cercare di salvaguardarla per non perdere di vista la nostra identità, le nostre radici, il nostro modo di essere nella storia.

Nelle pagine che seguiranno i lettori troveranno tante notizie su come si viveva nelle borgate Laietto e Coindo nell’anno 1900, gli antichi mestieri e lavorazioni, i mezzi di trasporto di una volta, alcuni aspetti di vita Condovese, i soprannòmi dei nostri montanari, fatti e vicende relegati nella storia e altri invece ancora vivi nella tradizione popolare che ci indicano il modo per guardare al nostro passato con orgoglio, con soddisfazione, in qualche caso con rimpianto. Vogliamo contribuire alla riscoperta e alla conservazione della cultura popolare degli antenati per rinnovarla e per poi affidarla ai figli.

 

Successiva