Borgata Chiandone

Chiandone (Ou Tzandoun in francoprovenzale, ël Ciandon in piemontese) è una borgata montana del comune di Condove situata a 761 m s.l.m., sino al 1936 la borgata ha fatto parte del Comune di Mocchie poi aggregato con il Comune di Frassinere a Condove. La parrocchia di appartenenza è Laietto. La frazione è collocata in destra idrografica del torrente Sessi. Il terreno, su cui si alternano principalmente faggeti, castagneti e pascoli, è caratterizzato da una decisa pendenza verso il torrente Sessi. Sino alla I° guerra mondiale la borgata era abitata da  famiglie Cordola.

Quando la borgata era popolata i suoi abitanti, parlavano la lingua francoprovenzale, comune all’intera zona e più in generale alla Bassa Valle di Susa e valli adiacenti. Accanto alla lingua madre (che i locali chiamavano patois – anche patuà – o semplicemente moda ‘d nos) venivano parlati l’italiano ed il piemontese.

Carta coi toponimi dei luoghi realizzata da Giovanni Falco nel corso di una ricerca alla Unitre di Condove

Alcune immagini di ciò che resta della borgata Chiandone

Anno 2011 – Ruderi borgata Chiandone

Anno 2011 – Ruderi borgata Chiandone

Anno 2014 - Ruderi frazione Chiandone

Anno 2014 – Ruderi borgata Chiandone (foto Enzo Borroni)

Anno 2014 - Ruderi borgata Chiandone (foto Enzo Borroni)

Anno 2014 – Ruderi borgata Chiandone (foto Enzo Borroni)

Anno 2014 - Ruderi borgata Chiandone (foto Enzo Borroni)

Anno 2014 – Ruderi borgata Chiandone (foto Enzo Borroni)

Anno 2014 - Ruderi borgata Chiandone (foto Enzo Borroni)

Anno 2014 – Ruderi borgata Chiandone (foto Enzo Borroni)

Anno 2014 - Ruderi borgata Chiandone (foto Enzo Borroni)

Anno 2014 – Ruderi borgata Chiandone (foto Enzo Borroni)