Borgata Sigliodo

Sigliodo (Ou Siò in francoprovenzale, ël Siò in piemontese) è una borgata montana del comune di Condove divisa in due agglomerati di case denominati l’uno Superiore e l’altro Inferiore (Ou Siò damoùn e daveù). Sino al 1936 le due borgate han fatto parte del Comune di Mocchie poi aggregato con il Comune di Frassinere a Condove. La parrocchia di appartenenza è Laietto.

Il nome della borgata deriva dal celtico uxellon, “luogo posto in alto” (come Usseglio, Usseaux, il Seu di Salbertrand, Cels di Exilles e tanti altri toponimi simili).

Gli abitanti della borgata parlavano la lingua francoprovenzale, comune all’intera zona e più in generale alla Bassa Valle di Susa e valli adiacenti. Accanto alla lingua madre (che i locali chiamano però patois – anche patuà – o semplicemente moda ‘d nos) venivano parlate la lingua italiana e quella piemontese.

Carta coi toponimi dei luoghi realizzata da Giovanni Falco nel corso di una ricerca alla Unitre di Condove

Carta ottocentesca con indicato il Sigliodo

Alcune immagini della borgata Sigliodo

Borgata Sigliodo - La cappella

Borgata Sigliodo – La Cappella di S. Stefano (foto Vincenzo Bonaudo)

Borgata Sigliodo - Panorama

Borgata Sigliodo – Panorama (foto Vincenzo Bonaudo)

Borgata Sigliodo - Le case (foto Vincenzo Bonaudo)

Borgata Sigliodo – Le case (foto Vincenzo Bonaudo)

Borgata Sigliodo - Anno 2014

Borgata Sigliodo – Anno 2014 – La Cappella di S. Stefano

Borgata Sigliodo - Anno 2014

Borgata Sigliodo – Anno 2014 – La Cappella di S. Stefano

Borgata Sigliodo - Panorama (foto Vincenzo Bonaudo)

Borgata Sigliodo – Panorama (foto Vincenzo Bonaudo)